giovedì , 21 Ottobre 2021

Ecco la Diretta record da oltre 10.000 contatti, che ha fatto imbufalire Regione e Comune

Più di diecimila persone raggiunte con 6.135 visualizzazioni, per questa diretta facebook di lunedì 23 novembre. Numeri incredibili e davvero straordinari.

Il video di quella diretta lo potete rivedere qui sopra, sotto il titolo.

Era la prima giornata dei lavori del megaprogetto di mitigazione erosione costiera, di cui ci occupiamo da tempo in queste pagine ed eravamo al terzo collegamento quotidiano, quello delle 14, quando è successo di tutto.

Il cantiere incredibilmente non era perimetrato, la spiaggia era libera e prima di divieti e noi avevamo già mostrato in altri due collegamenti, sempre in diretta, quanto avveniva liberamente nelle ore precedenti. Avevamo già intervistato anche chi dirigeva i lavori, ma poi è successo il finimondo. Nessun divieto di accesso e le autorizzazioni alla nostra permanenza erano dunque già state concesse.

Ma perchè tentare di fermarci ?

Avevamo lasciato il mezzo meccanico fermo prima dell’area più sensibile per la pausa pranzo.E nel collegamento precedente avevamo messo in guardia sul fatto che l’area successiva avrebbe comportato delle difficoltà ancora maggiori per utilizzo dell’escavatore. Quando siamo tornati non credevamo ai nostri occhi,

L’escavatore ha perso prima il cingolato e poi una ruota e quando siamo arrivati ci è stato intimato di bloccare la diretta che era forse diventata sconveniente. Ma noi non ci siamo fermati e abbiamo documentato tutto infischiandocene di insulti e minacce. Questo è un mega appalto di enti enti pubblici, parliamo di oltre 1 milione di euro, che si svolge sul suolo pubblico (il demanio marittimo).La spiaggia è un bene comune e tutti hanno diritto a conoscere e sapere ciò che avviene, senza censure e filtri.Ma per chi non avesse ancora visto quella diretta può riguardarla qui.

Grazie a tutti quelli che ci hanno seguito e che continuano a seguire la nostra speciale maratona dedicata agli interventi dei lavori per il progetto di mitigazione dell’erosione costiera.

Continueremo tutti i giorni, minuto per minuto, a seguire e documentare quello che è ritenuto uno dei più grandi interventi pubblici sulle coste della Sardegna.

Check Also

Storia del Sinis: l’abbattimento delle capanne di San Giovanni (Cabras)

Tra la fine degli anni 70 e l’inizio degii anni 80, fu il tema del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 6 =