domenica , 25 Settembre 2022

Portiamo anche i Diritti Animali in Regione

In #Sardegna quando c’è un animale ferito/abbandonato in strada è sempre caos, scaricabarile o indifferenza. Le polemiche sono quotidiane e a farne le spese sono solo loro: i quattro zampe. Leggo oggi di ridicole accuse a #Bosa e #Oristano contro associazioni che non avrebbero fatto curare cani e gatti.Peccato che tutti gli animali vaganti per legge sono di competenza del Sindaco (leggi vigili urbani) non delle associazioni che ovviamente non hanno e non possono avere alcun obbligo di cura.E’ ora di voltare pagina e di scrivere regole chiare e univoche su tutto il territorio sardo tra Regioni, ATS (ex Asl) Comuni, associazioni, volontari e cittadini. I diritti animali non sono un optional, ma affinché siano finalmente affermati e tutelati debbono essere rappresentati anche nelle istituzioni.

Check Also

SI ALLE COLONIE FELINE IN SARDEGNA ANCHE IN SPAZI PRIVATI E AREE SIC

Al di là del suo esito, il procedimento penale contro me e Irina Albu che comincia al Tribunale di Oristano mercoledì, riguardante l'area d'ingresso alla colonia felina di fatto mai riconosciuta dalla PA, Oasi Felina Privata offre uno spunto interessante alla riflessione sarda sull' applicazione delle norme sulle colonie feline. Applicazione e interpretazione delle norme nazionali sul randagismo nell'isola sono oggi fortemente limitative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

13 + sette =