Home / Elezioni Regionali / Trasparenza in Regione ? File not found…

Trasparenza in Regione ? File not found…

Alla Regione Autonoma Sardegna la chiamano “AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE”.

“In politica, la #trasparenza è stata introdotta come strumento di responsabilizzazione dei funzionari pubblici e di lotta alla #corruzione. Quando i bilanci e rendiconti finanziari possono essere riesaminati da chiunque, quando le leggi , le regole e le decisioni sono aperti alla discussione e conoscenza, essi sono percepiti come trasparenti, in quanto c’è meno possibilità per le autorità di abusare del proprio potere o di curare interessi esclusivi anziché pubblici” (Wikipedia).

In Regione sanno cos’è la trasparenza? Ora, a parte il mistero mai svelato sulle tantissime delibere/determinazioni non disponibili sul sito per la rapida e funzionale lettura, avete mai fatto un “salto” nella sezione “Amministrazione Trasparente”? (https://goo.gl/8pjW9X). C’è da mettersi le mani nei capelli.

Mettiamo che vogliate consultare i curricula dei Direttori generali, o quelli dei Capi gabinetto dei vari assessori… Già qui la prima sorpresa. Moltissimi di questi, pur elencati nominalmente, non sono disponibili. Qualche esempio? Restando a quelli riferibili alla struttura regionale, mancano, nell’apposita pagina web (https://goo.gl/DZtVT7), quelli del Direttore generale della Presidenza, dei Direttori generali dell’assessorato dell’agricoltura e del Corpo Forestale. Le dichiarazioni sulla insussistenza di cause di inconferibilità e incompatibilità? Beh, in teoria, per il Decreto Legislativo 39/2013, i dirigenti dovrebbero presentare, all’atto del conferimento dell’incarico (e poi annualmente) una apposita dichiarazione. E’ così? Ma manco per niente. Qualche dichiarazione la si trova, è vero, ma la grandissima parte è latitante. Idem come sopra per le dichiarazioni redditi e patrimoniali dei Capi di gabinetto. Cercate la Relazione sulla performance regionale? L’ultima che troverete nel sito (sempre nella sezione “Amministrazione Trasparente”) risale al 2016. E non è mica finita.

Mettiamo che vogliate conoscere l’ammontare dello stanziamento complessivo dei premi (sì, esiste un premio per i dirigenti e dipendenti…) collegati alla performance e quelli effettivamente distribuiti. Beh, l’ultimo dato disponibile è del 2013. Allora, niente premi fino al 2018? Non mi pare. Il monitoraggio dei tempi procedimentali della Regione? Non c’è più un obbligo di pubblicazione, è vero, però l’amministrazione regionale si era impegnata ad assicurare il monitoraggio dei propri procedimenti, a pubblicare i risultati di tale controllo con l’obiettivo di consentire verifiche di carattere statistico particolarmente utili in relazione al rispetto dei tempi di conclusione dei procedimenti amministrativi. Lo scrivono nel sito (https://goo.gl/EMEsjo). E invece? Nulla, l’ennesima promessa tradita: troverete solo quelli riferiti al periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2015.

Dai, allora buttiamoci sulla Carta dei servizi e sugli standard di qualità… Ops, non pervenuti.

E così anche per i risultati delle indagini sulla soddisfazione da parte degli utenti rispetto alla qualità dei servizi in rete e sulle statistiche di utilizzo, per i tempi, costi unitari e indicatori di realizzazione delle opere pubbliche in corso o completate. Se questa è trasparenza, allora è molto probabile che qualcuno abbia sbagliato missione.

Alla Regione Autonoma Sardegna.

Guarda anche:

Perchè dico No alla Tassa di Soggiorno

L’imposta di soggiorno, detta anche tassa di soggiorno, in Italia, è un’imposta di carattere locale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *