Home / Ambiente / Ricci, ricomincia lo scempio grazie all’inciucio: il voto ultima arma

Ricci, ricomincia lo scempio grazie all’inciucio: il voto ultima arma

RICCI DI MARE: IL 15 NOVEMBRE RICOMINCIA LO SCEMPIO CON IL BENESTARE DI GIUNTA E CONSIGLIO REGIONALE.
IL VOTO ALLE REGIONALI ULTIMA ARMA IN MANO.
Ancora una volta assisteremo inermi alla predazione del mare e dell’oristanese grazie all’inciucio tra centrosinistra e centrodestra.
Un anno fa ho promosso questa Petizione Popolare che potete consultare integralmente cliccando qui, attraverso la Pagina Facebook Su Pallosu luogo storico, con lo scopo di cercare d’incidere normativamente sulla regolamentazione della pesca del riccio.
Malgrado l’enorme consenso popolare, l’argomento è sempre molto sentito dai cittadini, consumatori e pescatori, il testo è stato firmato da oltre diecimila persone, ora come allora, tutto è rimasto come prima.
Se ne sbattono.
Finchè non cambieranno partiti e uomini al governo della Regione, la gestione sostenibile delle risorse marine rimarrà purtroppo un sogno.
Ripropongo qua il testo integrale della Petizione-chiusa l’anno scorso- che purtroppo rimane attuale.

I sottoscritti firmatari, fortemente preoccupati per l’eccessivo prelievo della pesca in oggetto cui sono sottoposti i fondali dell’oristanese, visto anche il recente studio dell’IMC di Torregrande, chiedono che vengono accolte le richieste affinché l’attività venga limitata secondo le seguenti prescrizioni:

 

– l’esercizio di pesca potrà essere esercitato nei compartimenti marittimi delle quattro province storiche esclusivamente dai rispettivi residenti nelle stesse e venga tassativamente vietato in diversi ambiti da quello di residenza, sempre analogamente a quanto previsto dal Decreto 2370/DecA/54 del 26.10.2016, Assessorato Regionale all’Agricoltura ;

– divieto assoluto di pesca in tutte le Aree Marine Protette;

– divieto assoluto di pesca con utilizzo di apparecchi ausiliari per la respirazione (bombole);

– incremento delle sanzioni esistenti per ogni violazione e ritiro della licenza per chi è recidivo;

– intensificazione dei controlli da parte del Corpo Forestale e delle Forze dell’Ordine.

————————————————————-

E’ l’ultima arma che abbiamo.
Cambiare è possibile, ricordatevene alle prossime elezioni regionali di Febbraio, se saremo ancora in tempo.

Guarda anche:

Trasparenza per tutti i candidati: CV e Certificato Penale ora obbligatori

E’ appena entrata in vigore e per la prima volta viene applicata proprio anche in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *